Vai direttamente al contenuto saltando i menu di navigazione

Menu di navigazione 1



Percorso corrente nel sito

Menu di navigazione 2

Menu di navigazione 3

Mission Aziendale

L’8 novembre 2006 è stato sottoscritto un Accordo di Programma dal Ministero delle Infrastrutture, dall’ANAS e dalla Regione Lazio, in attuazione della Legge della Regione Lazio 21 dicembre 2007, n. 22, secondo quanto previsto dalla Legge Finanziaria 2008 (art. 2, comma 289). L’Accordo prevedeva la costituzione di una società mista paritetica fra ANAS spa e Regione Lazio a cui attribuire le funzioni di soggetto aggiudicatore e concedente dell’Intervento: “Corridoio Intermodale Roma-Latina e Collegamento Cisterna-Valmontone”.

In virtù dell’Accordo, è stata costituita in data 4 marzo 2008 Autostrade del Lazio spa, giusta delibera del CIPE n.55/2008, che ha sostituito la Regione Lazio in qualità di soggetto aggiudicatore per il compimento di tutte le attività, gli atti ed i rapporti inerenti la procedura ad evidenza pubblica di affidamento della concessione dell’Intervento, nonché nell’esercizio delle funzioni e dei poteri di soggetto concedente per la realizzazione e gestione dell’opera.

In concreto, il compito della Società è quello di provvedere al completamento delle progettazioni ed all’acquisizione delle autorizzazioni di legge, di procedere all’affidamento dell’opera in concessione di costruzione e gestione, attraverso l’esperimento di una gara pubblica europea, nonché di vigilare, come concedente, sulla realizzazione dell’opera e sulla successiva fase di gestione.

Autostrade per il Lazio spa dovrà reperire sul mercato, tramite ricorso alla finanza privata, un importo pari ad almeno il 60% delle risorse finanziarie necessarie alla copertura del costo dell’Intervento, del valore di 2.728 milioni di euro. Le delibere CIPE di approvazione dell’Intervento hanno, infatti, fissato l’entità del contributo pubblico per la realizzazione dell’opera nel limite massimo del 40% del costo totale dell’investimento.